News
13 settembre 2003
Intervento
9 aprile 2003
Laborit incompreso
o mistificato ?
Nella rassegna MentalMente in data 9 aprile 2003 era prevista la visione del film "Mon oncle D'Amerique" (vedi accanto) .
Dalle (inevitabilmente) poche righe di presentazione si riesce comunque ad avere un' idea dell'approccio, tutt'altro che brillante, al pensiero di Laborit. A noi, che negli anni ottanta abbiamo fatto un largo uso di questo film per dibattiti sulla importanza della comprensione del funzionamento del sistema nervoso, pare che un simile punto di vista (
"o si domina o si è dominati") sia del tutto deludente, insoddisfacente, anzi irritante. Infatti consideriamo assolutamente inaccettabile che un lavoro scientifico contro ogni gerarchia venga semplicisticamente ribaltato nel suo contrario, cioè nella ineluttabilità della gerarchia.
Mentalmente
Mercoledì 9 aprile 2003.
Problemi relazionali
Mon Oncle d'Amerique (Francia, 1980)
Regia: Alain Resnais
Cast: Pierre Arditi, Nelly Borgeaud, Gerard Darrieu, Gerad Depardieu, Nicole
Garcia, Henry Laborit
Dramm. Psicologico, 125'

Nel film s'intrecciano le vicende di tre protagonisti che, per quanto si agitino e si sforzino di capire, non riescono a darsi conto dei propri comportamenti: sono infatti dei personaggi-cavie. A spiegarlo interviene frequentemente in voce fuori campo o in immagine lo stesso Henri Laborit, alle cui idee si è rifatto Resnais per il suo film. Secondo Laborit, medico-chirurgo e poi ricercatore biologo, non diversamente dagli animali, l'essere umano è determinato dalla struttura biologica e ambientale e dagli apprendimenti dei primi tre anni: o si domina o si è dominati